Allevamento

della Noccioleta  

 

 

 

 

 

 

CONSIGLI VETERINARI

 

a cura del Dott. Piero Biollo Medico Veterinario membro dell'EVSSAR  European Veterinary Society for Small Animal Reproduction e della SIRVAC Società Specialistica  S.C.I.V.A.C. di riproduzione del cane e del gatto, Fiduciario CE.LE.MA.SCHE. e F.S.A.  per la ricerca delle Patologie Scheletriche Ereditarie

Ambulatorio Veterinario "Due Fontane" - Acqui Terme - AL - Via Salvo D'Acquisto 32

 

ALIMENTAZIONE

E' consigliabile somministrare mangime per cuccioli di ottima qualità sino all'età di 7-8 mesi , quindi si può passare ad un mangime per adulti , sempre di ottima qualità. Si può , in alternativa , somministrare carne di manzo cruda o leggermente sbollentata con riso soffiato o altri fioccati di verdure , oppure pasta o riso bollito. E' possibile somministrare un rosso d'uovo due volte alla settimana , aggiungendo il guscio finemente triturato. Sono assolutamente da evitare : sughi , fritti , dolci , avanzi di cucina in genere ,patate , fagioli , fave , ceci , ossa di coniglio e di pollo. Il cane adulto potrà mangiare anche carne di pollo , pesce , coniglio ( sempre ben bolliti ) con pasta o riso , e un'aggiunta di verdure crude o bollite,anche se un'alimentazione a base di mangime secco , di ottima qualità , è senz'altro da ritenersi migliore. Il vostro cucciolo dovrà mangiare 3 volte al dì sino all'età di 6 mesi , quindi 2 volte al di dai 6 mesi ai 12 mesi , dopo l'anno di età è consigliabile continuare a somministrare 2 pasti al giorno per non sovraccaricare lo stomaco così da ridurre l'incidenza della sindrome dilatazione-torsione gastrica .

VACCINAZIONI

Le vaccinazioni dovranno essere effettuate direttamente dal Veterinario , che dopo aver visitato il vostro cane ed averne valutato la situazione sanitaria generale , provvederà ad inoculare il vaccino. E' importante vaccinare il cane fin da cucciolo e continuare con i richiami periodici, poichè egli è esposto durante tutto l'arco della sua vita ad alcune malattie virali , in alcuni casi anche molto gravi che possono addirittura comprometterne la vita . Solo una vaccinazione correttamente eseguita è in grado di prevenire queste gravi malattie. La profilassi vaccinale è consigliata per prevenire le seguenti patologie: *PARVOVIROSI meglio nota come Gastroenterite virale , è una malattia virale molto grave che produce lesioni a carico dell'apparato gastrointestinale che possono in alcuni casi portare a morte l'animale o comunque possono debilitarlo a tal punto da comprometterne il corretto sviluppo . *CIMURRO anche questa è una malattia virale molto grave con decorso acuto e sintomatologia respiratoria ,gastroenterica e nervosa ,che nella maggioranza dei casi provoca la morte dell'animale . *EPATITE VIRALE altra malattia virale di estrema gravità si manifesta con diversi tipi di sintomatologia , Iperacuta: il cane colpito muore in poche ore . Acuta : Decorso di 5-7 giorni caratterizzato da ipertermia vomito, diarrea,tonsillite , manifestazioni nervose come esito di encefalopatia epatica. Oculare : edema corneale ed uveite. Cronica Attiva : infezione epatica persistente con epatite cronica attiva . *LEPTOSPIROSI patologia in prevalenza trasmessa dai roditori attraverso l'urina che contamina le acque ed il cibo . I sintomi sono ipertermia ,anoressia , insufficienza renale acuta ed insufficienza epatica acuta. *TRACHEOBRONCHITE INFETTIVA o tosse dei canili ,si manifesta con due diverse sintomatologie: Forma lieve è la più comune con tosse che spesso è seguita da conati che possono essere scambiati per vomito Forma grave con tosse produttiva ,anoressia,depressione e febbre. *RABBIA malattia presente solo in alcune aree silvane , di estremo interesse sanitario poiché è una zoonosi ( malattia trasmissibile all’uomo ). In Italia la vaccinazione antirabbica non è  più obbligatoria ma è consigliata per chi si reca con il proprio cane  in alcune regioni quali, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia ; è inoltre richiesta alle esposizioni canine ed ai valichi di frontiera. *LEISHMANIOSI è una malattia sostenuta da parassiti appartenenti ai protozoi. L'agente principale della Leishmaniosi in Italia è la Leishmania Infantum. La Leishmaniosi viene veicolata tramite la puntura del Phlebotomus Papatasi, comunemente detto Pappatacio. Nel cane si manifesta nella forma "generalizzata" detta anche "viscero-cutanea". Dopo avere eseguito il test ematico è bene provvedere alla vaccinazione.  La Leishmaniosi è una zoonosi cioè una malattia che si può trasmettere all'uomo.

 

 

 

Torna